Unternehmerverband Südtirol - Assoimprenditori Alto Adige - Notizia internet n. A00053-2019 del 02/12/2019






Cerca nel nostro sito





Home > Notiziario LOGIN

Notiziario

Cod. Notizia: A00053-2019


Data di pubblicazione: 02/12/2019

Fissati gli importi massimi di cassa integrazione per l’anno 2019

I massimali di cassa integrazione, validi per l'anno 2019, sono stati comunicati ufficialmente dall'INPS con circolare n. 5 del 25/01/2019.


L’art. 3, comma 6, del Decreto Legislativo n. 148/2015 prevede che, con effetto dal 01 gennaio di ciascun anno, a decorrere dall’anno 2016, gli importi del trattamento di cui alle lettere a) e b) dell’art. 3, comma 5, del decreto sopra citato (c.d. “tetti” dei trattamenti di integrazione salariale), nonché la retribuzione mensile di riferimento, comprensiva dei ratei delle mensilità aggiuntive, da prendere a riferimento quale soglia per l’applicazione del massimale più alto, siano aumentati nella misura del 100 per cento dell’aumento derivante dalla variazione annuale dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati.

Ciò significa che gli importi di C.I.G. devono essere posti a confronto con un limite di importo massimo (cosiddetto "tetto") fissato di anno in anno. Gli importi di C.I.G. eccedenti il massimale sono annullati; gli importi di C.I.G. inferiori o pari al massimale vengono regolarmente corrisposti e messi a conguaglio sul mod. Uniemens.

Anche il massimale mensile, come già avviene per gli importi di C.I.G., deve essere ridotto in misura percentuale pari al contributo per oneri previdenziali e assistenziali previsto a carico degli apprendisti che, ad oggi, è pari al 5,84% (art. 26 L. n. 41/1986).

Per le imprese edili e per quelle del settore lapideo, comunque soggette al massimale al pari delle altre aziende industriali, è peraltro previsto un aumento del limite, nella misura del 20%, nel caso di C.I.G. per intemperie stagionali (art. 2, comma 17, L. n. 549/1995).

I massimali, anche per l'anno 2019, sono così confermati dalla Circolare INPS n. 5 del 25.01.2019:

IMPRESE INDUSTRIALI (non edili) – CIGO e CIGS

Retribuzioni mensili lorde fino a 2.148,74 Euro
Importo al lordo della riduzione Importo al netto della riduzione
Euro 993,21Euro 935,21
Retribuzioni mensili lorde oltre a 2.148,74 Euro
Importo al lordo della riduzione Importo al netto della riduzione
Euro 1.193,75Euro 1.124,04
IMPRESE INDUSTRIALI EDILI – CIG PER EVENTI METEOROLOGICI
Retribuzioni mensili lorde fino a 2.148,74 Euro
Importo al lordo della riduzione Importo al netto della riduzione
Euro 1.191,85 Euro 1.122,25
Retribuzioni mensili lorde oltre a 2.148,74 Euro
Importo al lordo della riduzione Importo al netto della riduzione
Euro 1.432,50Euro 1.348,84

Per ulteriori informazioni o domande potete rivolgervi al servizio sindacale dell'associazione.


Circolare numero 5 del 25-01-2019.pdf (49KB)





Riferimenti: Federica Tolentino - f.tolentino@assoimprenditori.bz.it



© Assoimprenditori Alto Adige - 2019