Unternehmerverband Südtirol - Assoimprenditori Alto Adige - Notizia internet n. A00188-2019 del 09/05/2019






Cerca nel nostro sito





Home > Notiziario LOGIN

Notiziario

Cod. Notizia: A00188-2019


Data di pubblicazione: 09/05/2019

Bando nazionale per le PMI "Voucher Innovazione”: stabiliti i termini per l’iscrizione nell’elenco degli innovation manager

È stato pubblicato il decreto del Ministero dello sviluppo economico (cliccare qui) che stabilisce i termini e le modalità di presentazione delle domande di iscrizione nell’apposito elenco dei manager qualificati e delle società che forniranno servizi di consulenza nell'ambito del “Voucher per consulenza in innovazione".



A partire dalle ore 10.00 del 27 settembre sino alle ore 17.00 del 25 ottobre 2019 sarà possibile iscriversi tramite la procedura informatica accessibile nella sezione “voucher per consulenza in innovazione”, secondo le modalità previste.

I soggetti iscritti all’elenco potranno fornire alle imprese servizi di consulenza specialistica finalizzati a sostenere processi di innovazione negli ambiti della trasformazione tecnologica e digitale, ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi, accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

Il “Voucher per consulenza in innovazione” ha l’obiettivo di sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale delle PMI e delle reti d’impresa, presenti su tutto il territorio nazionale.
La misura, prevista nella legge di bilancio 2019, mette a disposizione circa 75 milioni di euro per gli anni 2019, 2020 e 2021.

Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al Voucher per consulenza in innovazione le PMI (singole o reti d’impresa) operanti su tutto il territorio.

Sono ammissibili al contributo le spese sostenute a fronte di prestazioni di consulenza specialistica rese da un manager dell’innovazione qualificato.

Per manager dell’innovazione qualificato e indipendente si intende un manager iscritto nell’apposito elenco sopraindicato, costituito dal Ministero dello sviluppo economico, oppure indicato, a parità di requisiti personali e professionali, da una società iscritta nello stesso elenco e che risulti indipendente rispetto all’impresa o alla rete che fruisce della consulenza specialistica.

La consulenza deve essere finalizzata a indirizzare e supportare i processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale delle imprese e delle reti attraverso l’applicazione di una o più delle tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 .

Gli incarichi manageriali possono inoltre indirizzare e supportare i processi di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

L’agevolazione è costituita da un contributo in forma di voucher concedibile in regime “de minimis”.

Il contributo massimo concedibile è pari a:

-micro e piccole: contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 40 mila euro;
-medie imprese: contributo pari al 30% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 25 mila euro;
-reti di imprese: contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 80 mila euro;

Importante: Attualmente non è ancora possibile presentare domande di contributo da parte delle PMI e reti d’impresa interessate. Con un successivo provvedimento del Ministero saranno infatti definiti i termini e le modalità di presentazione.

Ulteriori informazioni riguardanti il funzionamento dello strumento agevolativo sono reperibili sul sito del Ministero (cliccare qui) e vengono fornite da Georg Müller all’interno di Assoimprenditori (tel. 0471/220444, g.mueller@assoimprenditori.bz.it).






Riferimenti: Georg Mueller - g.mueller@unternehmerverband.bz.it



© Assoimprenditori Alto Adige - 2019