Unternehmerverband Südtirol - Assoimprenditori Alto Adige - Notizia internet n. A00191-2019 del 09/10/2019






Cerca nel nostro sito





Home > Notiziario LOGIN

Notiziario

Cod. Notizia: A00191-2019


Data di pubblicazione: 09/10/2019

Finanziamenti per progetti relativi a conciliazione tempi di vita e di lavoro: bando “#Conciliamo”

Il Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato il bando “#Conciliamo”, diretto a promuovere il welfare aziendale nelle imprese. Il termine di presentazione è il 15 ottobre 2019.

Nella Gazzetta Ufficiale del 3 settembre scorso è stata data comunicazione dell’avvenuta pubblicazione nel sito del Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri del bando “#Conciliamo”. Si tratta di una misura volta a sostenere la realizzazione di progetti di welfare aziendale, che consentano ai datori di lavoro di sviluppare azioni in favore dei propri lavoratori, venendo incontro ai loro bisogni ed a quelli delle loro famiglie.

Il termine di presentazione è fissato per le ore 12,00 del 15 ottobre 2019 e la dotazione finanziaria è pari a € 74.000.000,00. Inoltre la richiesta di finanziamento per ciascuna iniziativa progettuale deve essere compresa tra un minimo di € 500.000,00 ed un massimo di € 1.500.000,00. I beneficiari sono tenuti ad integrare il finanziamento con un contributo pari ad almeno il 20% dell’importo richiesto ovvero con risorse umane, beni e servizi messi a disposizione dai soggetti proponenti quantificabili nella percentuale suddetta.

Possono presentare domanda di finanziamento:

- le imprese e le società cooperative aventi almeno 50 lavoratori e lavoratrici dipendenti a tempo indeterminato nelle sedi legali presenti sul territorio nazionale;

- i consorzi e i gruppi di impresa purché tutti i partecipanti al soggetto collettivo siano finanziabili singolarmente e purché il capofila dei consorzi e dei gruppi di imprese abbia almeno 50 dipendenti a tempo indeterminato nelle sedi legali presenti sul territorio nazionale.

Le iniziative devono avere una durata di 24 mesi e devono prevedere la prosecuzione e/o lo sviluppo di azioni già intraprese e/o l’introduzione di nuove azioni di welfare aziendale nel contesto dell’ambiente di lavoro e nella relativa organizzazione.

Le proposte progettuali possono riguardare:

- la flessibilità oraria e organizzativa (banca del tempo; telelavoro o smart working; part time; assunzioni a termine; permessi e congedi);

- la promozione e il sostegno della natalità e della maternità, nonchè reinserimento delle lavoratrici e dei lavoratori dopo un periodo di assenza dal lavoro per motivi legati ad esigenze di conciliazione (incentivi alla natalità; specifiche iniziative formative per assenze di lungo periodo);

- interventi e servizi ( servizi di supporto alla famiglia; realizzazione di asili aziendali o erogazione di contributi per la frequenza di strutture esterne, forme aggiuntive di tutela sanitaria tutela della salute, caregivers; time saving; mobilità; flexible benefit e ulteriori misure di sostegno ai dipendenti; piani di comunicazione).

Una commissione valuterà le richieste presentate, in base ai criteri indicati nel bando che premiano innovatività della proposta, concretezza, efficacia, economicità e capacità di mantenere i benefici dell’azione oltre i 24 mesi.

Per ogni approfondimento sui contenuti della misura, tra cui le tipologie di interventi finanziabili, i soggetti destinatari, le modalità di determinazione del contributo, le modalità ed i termini per la presentazione dei progetti, il termine per l’avvio e la conclusione dei progetti, ect., si rinvia al Bando ed alla Modulistica approvata e di cui al seguente link http://www.governo.it/it/articolo/bando-conciliamo/12685.

Vi preghiamo di segnalarci l’interesse a partecipare al bando entro il prossimo 16 settembre.

Per ulteriori informazioni o domande potete rivolgervi al servizio sindacale dell'associazione.






Riferimenti: Federica Tolentino - f.tolentino@assoimprenditori.bz.it



© Assoimprenditori Alto Adige - 2019