Unternehmerverband Südtirol - Assoimprenditori Alto Adige - Notizia internet n. A00244-2019 del 11/29/2019






Cerca nel nostro sito





Home > Notiziario LOGIN

Notiziario

Cod. Notizia: A00244-2019


Data di pubblicazione: 11/29/2019

Agevolazioni della Provincia: considerare i termini per la presentazione della rendicontazione

Le regole di armonizzazione dei bilanci (decreto legislativo n. 118/2011 e legge provinciale n. 1/2002) vanno considerate nell’ambito della presentazione e rendicontazione delle domande di contributo. Di seguito un approfondimento con particolare riferimento alle leggi provinciali n. 4/1997 (incentivi all’economia) e n. 14/2016 (ricerca e innovazione).



1. Cronoprogramma: attività e costi

In base alle regole di armonizzazione dei bilanci le imprese richiedenti sono tenute ad allegare alla domanda di contributo un cronoprogramma, dal quale risulti in quale anno solare saranno realizzate le attività e a quanto ammontano i relativi costi. I contributi saranno concessi secondo il principio di cassa. Di conseguenza l’impresa richiedente deve suddividere le attività per anno solare in cui vengono effettivamente realizzate.

2. Domande di contributo per ricerca, sviluppo, innovazione: rinvio e modifica di attività programmate

Importante: nel caso in cui il beneficiario per motivate ragioni non riesca a svolgere alcune attività oggetto delle domande di contributo nell’anno indicato nel cronoprogramma, può spostare tali attività solo all’anno immediatamente successivo (ad es. dal 2019 al 2020). In questo caso, prima dello scadere dell’anno in questione, l’impresa beneficiaria deve però inviare all’Ufficio provinciale Innovazione e tecnologia richiesta scritta, motivando le ragioni.

A tale scopo, l’Ufficio ha elaborato un fac-simile per la comunicazione (cliccare qui).

IMPORTANTE:

- se le attività sono state regolarmente svolte come da cronoprogramma nell’anno previsto, allora non serve comunicare nulla all’Ufficio.

- ove la richiesta di spostamento attività non venisse inviata nei tempi indicati (31.12.2019) oppure venisse predisposta senza l’indicazione dei dati richiesti (attività, importo, motivazione), le attività non svolte nel 2019 non potranno più essere rendicontate l’anno prossimo e di conseguenza il contributo sarà proporzionalmente ridotto.

3. Rendicontazione delle domande di contributo

3.1 Partecipazione a fiere, consulenza e formazione

Per le domande presentate negli ambiti consulenza, formazione e partecipazione a fiere, la liquidazione dei contributi è disposta in seguito alla rendicontazione della spesa, che deve essere effettuata entro la fine dell’anno successivo al provvedimento della concessione o di imputazione della spesa, se diverso.

Trascorso tale termine senza che abbia avuto luogo la rendicontazione della spesa per causa riconducibile al beneficiario, il direttore di ripartizione competente dispone la revoca del contributo. Per gravi e motivate ragioni può essere richiesta, prima della scadenza del suddetto termine, una proroga fino a un ulteriore anno; trascorso inutilmente tale termine, il contributo è automaticamente revocato.

3.2 Ricerca, sviluppo, innovazione

a) Ai fini della liquidazione degli aiuti, per ogni domanda può essere presentata al massimo una rendicontazione per ogni anno solare; inoltre può essere presentata un’eventuale rendicontazione relativa all’anno solare precedente.

b) Gli aiuti concessi sono liquidati all’impresa beneficiaria sulla base degli stati di avanzamento del progetto e secondo il cronoprogramma approvato.

c) Le spese riguardanti attività la cui realizzazione avviene in un arco temporale annuale devono essere rendicontate entro la fine dell’anno successivo al provvedimento di concessione o di imputazione della spesa, se diverso. Trascorso tale termine senza che abbia avuto luogo la rendicontazione della spesa, viene disposta la revoca dell’aiuto.

Per gravi e motivate ragioni è possibile concedere una proroga fino a un ulteriore anno, trascorso il quale l’aiuto è automaticamente revocato.

d) Le spese riguardanti attività la cui realizzazione avviene in un arco temporale pluriennale devono essere rendicontate entro la fine dell’anno successivo riferito alle singole attività previste nel cronoprogramma. Trascorso tale termine senza che abbia avuto luogo la rendicontazione della spesa viene disposta la revoca dell’aiuto.

Per gravi e motivate ragioni, è possibile concedere una proroga fino a un ulteriore anno, trascorso il quale l’aiuto è automaticamente revocato.

4. Ulteriori informazioni

Per ulteriori informazioni è possibile contattare gli uffici provinciali competenti e Georg Müller all’interno di Assoimprenditori (e-mail: g.mueller@assoimprenditori.bz.it, tel. 0471/220444).






Riferimenti: Georg Mueller - g.mueller@unternehmerverband.bz.it



© Assoimprenditori Alto Adige - 2019