Unternehmerverband Südtirol - Assoimprenditori Alto Adige - Notizia internet n. A00294-2020 del 07/30/2020






Cerca nel nostro sito





Home > Notiziario LOGIN

Notiziario

Cod. Notizia: A00294-2020


Data di pubblicazione: 07/30/2020

Principali novità per la fase di esecuzione dei lavori d’interesse provinciale dopo il d.l. 76/2020 (c.d. "decreto semplificazioni")

Come anticipato nella nostra notizia n. A00279-2020 del 23 luglio u.s., l’Agenzia contratti pubblici di Bolzano ha indicato alcune disposizioni del decreto semplificazioni che trovano applicazione anche nella fase di esecuzione dei lavori d’interesse provinciale.


In particolare, trovano applicazione:

Sospensione dei lavori:
  • per gli appalti sottosoglia europea continua ad applicarsi l'art. 107 del dlgs. 50/2016;
  • per gli appalti di lavori di importo pari o superiore alla soglia europea, fino al 31 luglio 2021 si applica, in deroga all'art. 107 del dlgs. 50/2016, l'art. 5 del d.l. 76/2020, che prevede un onere motivazionale più stringente e la possibilità di sospensione solo ove sussistano gravi ragioni.

Collegio consultivo tecnico:
Fino al 31 luglio 2021 per i lavori di importo pari o superiore alla soglia europea è istituito l'obbligo di costituire, presso ogni stazione appaltante, il collegio consultivo tecnico ai sensi dell'art. 6 del d.l. 76/2020.
Questo collegio, che si esprime anche sulle sospensioni dei lavori sopra soglia, ha altrimenti funzioni di assistenza per la rapida risoluzione delle controversie, di ogni natura, che possono sorgere durante l’esecuzione del contratto. Le sue determinazioni hanno natura di lodo contrattuale salva diversa e motivata volontà delle parti.

È importante sottolineare che:
  • i componenti sono scelti di comune accordo tra appaltatore e stazione appaltante. Quindi l’impresa ha diritto di nominare un componente di sua fiducia;
  • questa norma si applica anche ai contratti già in essere. Per questi, il collegio consultivo tecnico è nominato entro il termine di trenta giorni decorrenti dal 17 luglio 2020.

Le imprese possono quindi sollecitare le stazioni appaltanti a provvedere in tal senso.
Il comitato è invece facoltativo per i lavori di importo inferiore alla soglia europea e quindi la stazione appaltante è libera di decidere se costituirlo o meno.

Consegna in via di urgenza
In relazione alle procedure già avviate prima del 17 luglio 2020 ma per le quali non siano scaduti i relativi termini e per le procedure avviate a decorrere dalla medesima data e fino al 31 luglio 2021, è previsto che sia sempre autorizzata la consegna dei lavori in via di urgenza e nel caso di servizi e forniture, l'esecuzione del contratto in via d'urgenza.

SAL, certificati di pagamento e relativi pagamenti
Per i lavori in corso di esecuzione alla data del 17 luglio 2020:
  • il direttore dei lavori adotta lo stato di avanzamento dei lavori entro quindici giorni dal 17 luglio 2020;
  • Il certificato di pagamento viene emesso contestualmente e comunque entro cinque giorni dall’adozione dello stato di avanzamento.
  • Il pagamento viene effettuato entro quindici giorni dall’emissione del certificato di pagamento.

L'Agenzia Contratti Pubblici ha pertanto provveduto ad aggiornare alle suddette novità il capitolato speciale parte I, nonché i moduli B) certificato di pagamento, P1) verbale di consegna in via d’urgenza, P5) verbale di sospensione.








Riferimenti: Tanja Ziernhoeld - t.ziernhoeld@unternehmerverband.bz.it



© Assoimprenditori Alto Adige - 2020