<span id="view:_id1:_id2:computedField5" class="xspTextComputedField">Unternehmerverband S&uuml;dtirol - Assoimprenditori Alto Adige</span>
07/10/2019
Impegno comune per migliore accessibilità e multilinguismo





I comprensori Burgraviato e Val Venosta incontrano l’assessore provinciale Philipp Achammer. Alla Dr.Schär Spa di Postal si è svolta la settimana scorsa la riunione congiunta dei comprensori Burgraviato e Val Venosta di Assoimprenditori. Assieme all’Assessore provinciale Philipp Achammer, una trentina di imprenditrici e imprenditori hanno affrontato temi come il cambiamento demografico, il multilinguismo, la digitalizzazione e la raggiungibilità.


Dopo la presentazione della storia di successo della Dr. Schär da parte del membro del consiglio di amministrazione Richard Stampfl – l’impresa impiega circa 1350 collaboratori in totale, dei quali 400 a Postal e 65 a Laives -, i rappresentanti dei comprensori Norbert Nägele (Burgraviato) e Gustav Rechenmacher (Val Venosta) hanno sottolineato l’importante contributo che le imprese dell’industria e dei servizi connessi all’industria, apportano all’Alto Adige: “Producono il 25% del Pil, l’85% delle esportazioni e oltre il 70% degli investimenti in ricerca e sviluppo e sono quindi fondamentali allo sviluppo del nostro territorio”.

“Aperto e inclusivo; rispettoso e orientato alle generazioni future; innovativo e connesso; efficiente e responsabile; attrattivo e competitivo. A nostro avviso è soprattutto attraverso queste caratteristiche che può contraddistinguersi un Alto Adige sostenibile dal punto di vista sociale, economico e ambientale”, ha detto il Vice-Presidente di Assoimprenditori Heiner Oberrauch presentando il contributo dell’associazione al patto di sostenibilità della Giunta Provinciale. Anche la pubblica amministrazione deve porre l’attenzione a sostenibilità e orientamento al futuro attraverso sburocratizzazione, digitalizzazione e semplificazione dei processi, utilizzo più efficiente delle risorse e investimenti strategici.

Su questi punti si è concentrata la discussione con l’Assessore provinciale Achammer. Rendere ancora più competitivo l’Alto Adige, promuovere il multilinguismo e l’innovazione e migliorare la raggiungibilità sono priorità comuni per la politica e per le imprese. “Il cambiamento demografico o la carenza di personale qualificato, l’integrazione di nuovi lavoratori o la digitalizzazione sono senza dubbio una sfida per i politici e gli operatori economici altoatesini” ha detto l’Assessore Achammer. “Abbiamo però in questo senso un vantaggio dalla nostra parte: l’Alto Adige può affrontare queste sfide da una posizione di forza. Dobbiamo essere aperti agli sviluppi e allo stesso tempo tenere sempre presente su quali principi si è sviluppato il nostro benessere economico. Attraverso questo e attraverso il contributo di tutti possiamo fronteggiare le sfide e i cambiamenti e uscirne vittoriosi”, questo l’appello di Achammer agli imprenditori.

“Lo scambio è stato molto aperto e costruttivo: attraverso le nostre proposte e i nostri input abbiamo avuto l’opportunità di mostrare che le nostre imprese sono pronte ad assumersi responsabilità e a impegnarsi su temi strategici per il futuro dell’Alto Adige”, hanno concluso i rappresentanti dei comprensori Nägele e Rechenmacher.





1Primo piano
  INGRANDISCI







© Unternehmerverband Südtirol 2019