<span id="view:_id1:_id2:computedField5" class="xspTextComputedField">Unternehmerverband S&uuml;dtirol - Assoimprenditori Alto Adige</span>
13/04/2018
L‘Alto Adige è un ottimo posto di lavoro!





L’Alto Adige è un ottimo posto di lavoro. Gli stipendi sono di gran lunga i più alti d’Italia, il tasso di occupazione è tra i primi a livello europeo e tutte le classifiche confermano che la qualità della vita è molto buona.

Ciò nonostante, per l’ennesima volta l’Istituto di Promozione dei Lavoratori (IPL) utilizza una rilevazione statistica fatta su un campione di 752 lavoratori (sono appena lo 0,3 per cento degli oltre 250 mila occupati in provincia di Bolzano) per denigrare la qualità del lavoro in Alto Adige. Se pochi mesi fa l’IPL aveva denunciato condizioni di lavoro al limite della sopportazione, sulla base di quello stesso studio ora afferma esattamente il contrario: le assenze per malattia sono tra le più basse d’Europa.

“Che le assenze per malattia siano poche rispetto ad altre realtà è un dato positivo che conferma la laboriosità degli altoatesini – vale per imprenditori, lavoratori autonomi e lavoratori dipendenti – e anche le ottime condizioni di lavoro all’interno delle nostre aziende. Si tratta del resto di un dato confermato da tutte le statistiche ufficiali, a partire da quelle dell’Inps. Ciò che ci sorprende è che anche un aspetto di per sé molto positivo – l’operosità e l’attaccamento al lavoro degli altoatesini – venga strumentalizzato dall’IPL motivandolo col fatto che molti dipendenti vadano a lavorare anche se malati. Cercando di mettere sempre contro le imprese e i loro dipendenti, mettiamo a rischio uno dei grandi valori che contraddistinguono l’Alto Adige: il partenariato sociale e l’ottimo rapporto tra le aziende e dipendenti. Noi continueremo a impegnarci per renderlo ancora migliore”, afferma il Presidente di Assoimprenditori Alto Adige, Federico Giudiceandrea.





1Primo piano
  INGRANDISCI







© Unternehmerverband Südtirol 2018