<span id="view:_id1:_id2:computedField5" class="xspTextComputedField">Unternehmerverband S&uuml;dtirol - Assoimprenditori Alto Adige</span>
06/04/2018
Mobilità: servono soluzioni innovative, non nuovi divieti





“Divieti e blocchi non risolvono i problemi. Bisogna piuttosto individuare insieme le misure necessarie per una mobilità sempre più sostenibile che garantisca allo stesso tempo sviluppo economico e tutela ambientale”. Con questo appello il Presidente di Assoimprenditori Alto Adige Federico Giudiceandrea interviene nel dibattito in corso relativo alla mobilità lungo l’asse del Brennero.

“Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità. Le imprese sono pronte a dare il loro contributo e lo stanno già facendo attraverso le innovazioni tecnologiche e i continui investimenti in un parco mezzi sempre più moderno”, sottolinea Giudiceandrea. Divieti sempre nuovi invece non fanno altro che spostare il problema. Il divieto di transito notturno in vigore in Tirolo è un esempio emblematico: non riduce il traffico, ma contribuisce soltanto a concentrarlo su poche ore della giornata impedendo un trasporto merci più fluido e diluito su 24 ore. Lo stesso vale per il divieto settoriale, che invece di colpire i mezzi più inquinanti penalizza quelli che trasportano determinati prodotti e per di più rappresenta un elemento di concorrenza sleale perché non vale per gli autotrasportatori tirolesi.

“Invece di introdurre divieti sempre nuovi, dovremmo cercare di eliminare quelli esistenti. Una mobilità sempre più sostenibile si raggiunge solo con uno sforzo congiunto, spostando il traffico dalla gomma alla rotaia attraverso un’infrastruttura ferroviaria efficiente e competitiva, incentivando gli investimenti in mezzi sempre più puliti e sfruttando le innovazioni tecnologiche”, è convinto il Presidente di Assoimprenditori.





1Primo piano
  INGRANDISCI







© Unternehmerverband Südtirol 2018