<span id="view:_id1:_id2:computedField5" class="xspTextComputedField">Unternehmerverband S&uuml;dtirol - Assoimprenditori Alto Adige</span>
21/01/2019
Ogni percorso formativo è prezioso!





In queste settimane molti giovani assieme ai loro genitori stanno scegliendo a quale tipo di scuola superiore iscriversi. “Il consiglio che come imprese diamo a ragazze e ragazzi è quello di seguire la propria passione. Allo stesso tempo li invitiamo a venire a conoscere le tante aziende eccellenti dell’Alto Adige. A prescindere dal percorso scolastico che sceglieranno i giovani, nell’industria locale troveranno sempre una strada ricca di occasioni per il proprio futuro”, afferma il Presidente di Assoimprenditori Alto Adige, Federico Giudiceandrea.

Per avvicinare i giovani alla realtà delle imprese locali in questi giorni sono iniziati i tradizionali incontri nelle scuole. La scorsa settimana a Bolzano, presso l’Istituto tecnico economico “Heinrich Kunter”, erano 350 i ragazzi presenti ad ascoltare le testimonianze di aziende come Roner Distillerie, Seppi o Thun. “Proprio per sottolineare che tutti i percorso scolastici sono preziosi, incontriamo tutte le scuole: dagli istituti tecnici alle scuole professionali ai licei e dalle scuole medie fino all’università”, sottolinea Giudiceandrea.

Scuole e imprese non sono in concorrenza tra di loro, ma alleate, prosegue il Presidente di Assoimprenditori: “La sfida comune è quella di garantire le migliori competenze possibili. Un sistema scolastico in grado di garantire una formazione eccellente, formatori qualificati e programmi educativi che puntano sulle competenze strategiche per il futuro, fanno crescere tutta la società”.

Riguardo alle competenze, la posizione delle imprese è molto chiara: “Nelle nostre aziende c’è grande richiesta di personale con una formazione di tipo tecnico-pratico: ingegneri, informatici, operai specializzati, tecnici e addetti agli impianti. Allo stesso tempo è decisiva la conoscenza delle lingue, ma soprattutto lo sono la curiosità di imparare, la passione e la voglia di fare”, chiude Giudiceandrea.





1Primo piano
  INGRANDISCI







© Unternehmerverband Südtirol 2019