<span id="view:_id1:_id2:computedField5" class="xspTextComputedField">Unternehmerverband S&uuml;dtirol - Assoimprenditori Alto Adige</span>
24/01/2018
Edilizia: rinnovato il contratto integrativo territoriale





E’ stato rinnovato il 23 gennaio 2018 il contratto integrativo territoriale valido per operai e impiegati del settore edile dell’industria: in Alto Adige si tratta di circa 10.000 dipendenti.

Il relativo accordo è stato sottoscritto da tutte le parti sociali, rappresentate dal Collegio dei Costruttori Edili e dai sindacati ASGB Bau-Holz, Feneal UIL-SGK, Filca SGB-CISL e Fillea/Gbh CGIL-AGB.

Per la prima volta l’elemento retributivo variabile è legato all’andamento economico del settore edile. La base per il calcolo dell’elemento retributivo variabile è costituita dai numeri chiave del settore edile: numero di lavoratori iscritti alla cassa edile, retribuzioni versate, ore lavorate e PIL provinciale. Il contratto integrativo territoriale ha durata triennale e resterà in vigore fino al 31 dicembre 2020.

Sono state sottoscritte altre due intese che valgono per tutti i lavoratori dell’edilizia, a prescindere che adottino il contratto dell’industria o dell’artigianato e che riguardano la retribuzione per malattie brevi e l’assegno di natalità.





1Primo piano
  INGRANDISCI







© Unternehmerverband Südtirol 2018